BENEVENTO-NAPOLI 0-2: IL NAPOLI BATTE UN COMBATTIVO E VELOCE BENEVENTO CHE NON E’ CERTO IL SASSUOLO CHE HA AFFRONTATO LA JUVE

Una rete per tempo di Mertens e Hamsik permettono al Napoli di battere un ottimo Benevento ben allenato da De Zerbi. Il Var non assegna un rigore che l’arbitro aveva in primis assegnato ai sanniti. Fa meraviglia vedere i giallorossi ultimi.
letto volte
il-pallonetto-di-mertens.jpg

Ha sognato 5 ore la Juventus che nel pomeriggio aveva vinto per 7-0 contro il modesto Sassuolo sbracatosi completamente contro gli amici torinesi. Niente a che vedere con un Benevento che, se avesse giocato sempre così, adesso non sarebbe ultimo. Un Benevento che si vede perdente per 2-0 ma a testa alta. Non è un sorpasso, perché il Napoli era già primo e tale resta dopo la vittoria sul Benevento. Inizio a tutta velocità per i sanniti che mettono in difficoltà gli azzurri proprio sul terreno a loro congeniale: il palleggio e la velocità di esecuzione. Per domarli c’è voluto un gol capolavoro di Mertens al 20’, un pallonetto che si infila nell’angolino a sinistra del portiere.  E’ la rete che libera gli azzurri che cominciano a giocare come sanno. Il napoli potrebbe segnare ancora, ma il tempo finisce col napoli in vantaggio per 1-0. All’inizio della ripresa Hamsik raddoppia dopo soli due minuti su cross di Callejon. In seguito al Benevento viene assegnato un rigore dall’arbitro, ma il VAR lo annulla per un fuorigioco precedente il fallo di Koulibaly.

La cronaca del match vede il Napoli iniziare a gran galoppo chiudendo il Benevento nella sua area, un Benevento però che riusciva ad uscire bene dal pressing azzurro e con un ottimo palleggio in velocità metteva in difficoltà il centrocampo azzurro. Al 5’ una ripartenza del Benevento vede Brignola trovarsi in buona posizione ma di controbalzo tira fuori.  Al 7’ ancora Brignola tira altissimo dopo che l’arbitro non aveva fischiato un netto fallo su Mertens. I giocatori del Benevento sono molto aggressivi e ne fa le spese Allan che rimane contuso. Al 9’ ancora una occasione per il Benevento con Cataldi che fa girare la palla, ma alla fine dell’azione Guilherme, pur essendo libero al limite dell’area, esegue un tiro sbilenco che va fuori di parecchio. Al 10’ ancora un contropiede non concluso da Brignola. Insomma il Benevento fa tutto bene tranne la parte finale. Al 12’ ancora pericolo Benevento. E’ D’alessandro che conclude a rete ma Reina attento para. Al 13’ fuorigioco fischiato a Cataldi che non la prende bene. 

Finalmente Napoli: Al 14’ è Insigne che dopo aver ricevuto la palla esegue un pallonetto che supera Puggioni ma colpisce la traversa. Sarebbe stato un gol bellissimo. Al 15’ Callejon trova Insigne che mette al centro per Haamsik in ottima posizione, ma il tiro dello slovacco è altissimo. Bella occasione.

Dopo un paio di minuti di palleggio Beneventano è Insigne al 17’ che riceve una palla e da buona posizione sbaglia. Al 20’ la rete di Mertens che sblocca il risultato: Il folletto belga sradica dai piedi di un avversario la palla e con un pallonetto bellissimo infila l’angolino a destra di Puggioni: 0-1

Al 25’ Hamsik mette una bella palla in mezzo per Callejon che tira, ma viene murato. Tira di nuovo Mertens che colpisce la palla di controbalzo ma prima Sandro e poi Puggioni evitano la rete.

Al 26’ angolo del Napoli, riceve Koulibaly che di piatto manca la porta di un soffio. Ormai il Napoli ha preso in mano le redini della gara e domina in lungo e in largo.Al 29’ è Callejon che tira da fuori area ma Puggioni para. E’ dominio Napoli fino al 40’ quando Brignola scarica un tiro che Reina respinge su Djuric che manca completamente la porta. Al 41’ risponde il Napoli con Allan che tira centralmente ma Puggioni devia in angolo. Finisce il tempo  sul risultato di 1-0 per il Napoli, ma che bel Benevento. 

Si riparte e al 47’’ minuto è subito gol: Callejon riceve la palla sulla destra e va sul fondo mettendo al centro per l’accorrente Hamsik che infila Puggioni: 0-2.

Non succede niente di importante fino al 56’ quando Koulibaly colpisce il piede di un difensore in area, ma l’arbitro assegna il rigore, ma il VAR lo annulla perché prima c’era stato un fuorigioco. Bravo VAR.

Il Napoli si limita a controllare e al 65’ Mertens per poco non anticipa Puggioni che respinge la palla sui piedi di Callejon che tira nella porta vuota ma il tiro esce di qualche metro. Al 70’ esce Hamsik ed entra Zielinsky. Al 73’ viene colpito Mertens dall’albanese del Benevento, e il belga è costretto ad uscire dolorante: speriamo non sia niente di grave. Al suo posto entra Rog. Al 79’ esce Jorginho ed entra Diawara. All’88’ botta di Zielinsky parata da Puggioni, al 94’ Sbaglia un gol fatto Callejon. Al 95’ è Coda che per poco non segna, ma Reina para. 

Dopo sei minuti di recupero finisce un incontro che ha visto un ottimo Benevento domato da un Napoli che non ha fatto la sua migliore partita, ma in ogni caso ha portato altri 3 punti a casa e con 60 punti è primo con la Juventus ad un punto. 

BENEVENTO (4-3-3) – Puggioni 6,5; Venuti 6, Dijmsiti 5, Costa 5,5, Letizia 6; Cataldi 6, Sandro 5,5 (38′ st Del Pinto sv), Durjcic 5 (22′ st Memushaj 6); D’Alessandro 6, Guilherme 6, Brignola 5  (17′ st Coda 6)

ALLENATORE: De Zerbi 6

NAPOLI (4-3-3) – Reina 6,5; Hysaj 6,5, Albiol 6, Koulibaly 6, Mario Rui 6; Allan 7, Jorginho 6,5 (33′ st Diawara 6), Hamsik 7 (24′ st Zielinski 6); Callejon 6,5, Mertens 7,5 (30′ st Rog 6), Insigne 6,5

ALLENATORE: Sarri 7

MARCATORI: 20′ pt Mertens, 2′ st Hamsik

ARBITRO: Di Bello 6,5

AMMONITI: Djmsiti (B) 

CLASSIFICA SERIE A

SQUADRA

PT

SQUADRA

PT

Napoli

60

Fiorentina

31

Juve

59

Bologna

27

Lazio

46

Cagliari

24

Inter

45

Chievo

22

Roma

44

Sassuolo

22

Sampdoria

38

Genoa

21

Atalanta

36

Crotone

20

Milan

35

Spal

17

Udinese

33

Verona

16

Torino

33

Benevento

7