MILAN-NAPOLI 0-0, DONNARUMMA FERMA IL NAPOLI…E LA JUVE SE NE VA

letto 549 volte
3-sarri-3-.jpg

Il pari ottenuto contro il diavolo cinese nel suo periodo migliore frena il Napoli nella rincorsa alla corazzata Juve galvanizzata e non demoralizzata dalla grande prestazione di Madrid

Purtroppo, a meno di miracoli, il campionato finisce qui, nemmeno la vittoria a Torino ci garantirà lo scudetto. La Juve vola, grazie anche ad avversari come la Sampdoria, che affronta i bianconeri senza la dovuta kazzimma. Non considererei il pari di oggi un passo falso, anche perché il Milan di Gattuso è nel suo massimo splendore. E’ un Napoli probabilmente stanco, soprattutto psicologicamente. L’attacco non gira più come nella prima parte del campionato. Insigne, pur macinando gioco e assist, sbaglia spesso gol fatti, Mertens non è più il furetto che si libera e segna, Callejon potrebbe andare a “Chi l’ha Visto?”, è un ectoplasma, infatti, gli attacchi del Napoli partono tutti dalla catena di sinistra, con Hamsik e Insigne, e non da Callejon a destra. E’ stata una partita giocata da ambedue le squadre a viso aperto, con i rossoneri più circospetti e attenti che appena potevano ripertivano pericolosamente senza mai far male veramente. Protagonista assoluto il portiere rossonero Donnarumma che ha salvato il risultato con una gran parata su Milik, che a tu per tu con il portierone rossonero, non riusciva ad infilarlo nella porta. Merito di Donnarumma o demerito di Milik? Una cosa è certa, col Mertens visto oggi e da qualche partita in qua, Milik doveva entrare prima, ma Sarri ha deciso di fargli giocare solo la seconda parte del secondo tempo e quindi ha avuto solo quella grossa occasione, sbagliata? Parata? La verità sta nel mezzo. Certo è che il portierone di Castellammare di Stabia l’ha deviata d’istinto di quel tanto che la palla è uscita rasente il palo.E’ stata in ogni caso una bella partita, giocata senza paura da entrambe le parti. Gattuso ha dato al Milan la grinta che mancava, anche se il gioco è ancora quello di Montella. Il Napoli ha fatto il suo gioco che conosciamo tutti, fatto di fraseggi e giocate in verticale o cross che partivano sempre da Insigne per la testa di Callejon. Il Milan invece ha giocato compatto in difesa ma quando aveva l’occasione ripartiva con 4 o 5 giocatori verso Reina.  

Anche il Milan, come il Napoli, impostava l’azione partendo da dietro e ha avuto negli esterni, Suso e Calhanoglu, due forte spinte che hanno portato perfino il Milan a sfiorare la rete con Kalinic di testa. Il Napoli aveva poco spazio per palleggiare in mezzo al campo, e si affidava ai suoi Insigne e Mertens per cercare di bucare l’attenta difesa del Milan. Con le squadre corte gli azzurri guadagnano metri, ma i rossoneri sono sempre pronti ad aggredire i portatori di palla azzurri. L’unico che cerca di fare qualche azione pericolosa è Insigne, ma spesso sbaglia. Il tempo finisce 0-0 anche per i numerosi errori degli attaccanti e di chi li doveva servire.

Nella ripresa si vede un Napoli più spigliato e veloce. Insigne inventa un passaggio per Hamsik, ma lo slovacco sbaglia tutto davanti a Donnarumma. Per dare una scossa alla squadra Sarri sostituisce Hamsik con Zielinsky e Mertens con Milik. Al 92’ il miracolo di Donnarumma su Milik che toglie agli azzurri qualsiasi illusione di scudetto (salvo miracoli).

MILAN (4-3-3): Donnarumma 8; Calabria 6, Zapata 7, Musacchio 6, Rodriguez 6; Kessie 6, Biglia 6, Bonaventura 6 (34' st Locatelli 6); Suso 6, Kalinic 6 (25' st André Silva 6), Calhanoglu 6.

A DISPOSIZIONE: Donnarumma A., Storari, Abate, Antonelli, Gomez, Mauri, Montolivo, Borini, Cutrone. 

ALLENATORE: Gattuso 7 

NAPOLI (4-3-3): Reina 7; Maggio 6, Koulibaly 6, Albiol 7, Hysaj 6; Allan 6 (42' st Rog sv), Jorginho 6, Hamsik 6 (20' st Zielinski 6); Callejon 6, Mertens 6 (20' st Milik 6,5), Insigne 7. 

A DISPOSIZIONE: Sepe, Rafael, Milic, Tonelli, Chiriches, Diawara, Ounas, Machach. 

ALLENATORE: Sarri 7

ARBITRO: Banti 6

AMMONITI: Zapata, Calhanoglu (M); Hysaj, Koulibaly (N) 

CLASSIFICA DI SERIE A 

SQUADRA

PT

SQUADRA

PT

Juve

84

Bologna

38

Napoli

78

Genoa

38

Roma

61

Udinese

33

Lazio

61

Cagliari

32

Inter

60

Sassuolo

31

Milan

53

Chievo

30

Fiorentina

51

Spal

28

Atalanta

49

Crotone

27

Sampdoria

48

Verona

25

Torino

46

Benevento

14