SAMPDORIA–NAPOLI 0-4, IL NAPOLI DI SPALLETTI CALA IL POKER SCHIANTANDO UNA BUONA SAMPDORIA. GLI AZZURRI ANCORA PRIMI CON 15 PUNTI

letto 235 volte
napoli-osimhen.jpg

Contro la Sampdoria il Napoli si appresta ad affrontare una partita difficile. La squadra è a punteggio pieno con 12 punti (prima della partita) dopo quattro vittorie (in trasferta con il Genoa e l’Udinese) e con 10 gol fatti (6 in trasferta) e 2 subìti (1 in trasferta). Ricordiamo che nell’anticipo di ieri il Napoli ha perso il primato, adesso è secondo.

L’allenatore Spalletti manda in campo la sua squadra col 4-2-3-1 con Ospina tra i pali, reparto arretrato formato da Di Lorenzo e Mario Rui sulle corsie esterne mentre in difesa ancora spazio a Rrahmani con Koulibaly al suo fianco. Confermato Di Lorenzo. A centrocampo Anguissa (un acquisto dell’ultimo momento che si sta rivelando una bella sorpresa) e Fabian Ruiz in cabina di regia mentre davanti spazio a Lozano al posto di Politano con Zielinski e Insigne alle spalle di Osimhen.

La Sampdoria invece è 11a in classifica con 5 punti in classifica. E’ reduce dalla trasferta vittoriosa di Empoli per 3-0. Aveva prima pareggiato con il Sassuolo (0-0), mentre in casa aveva pareggiato con l’Inter (2-2) e perso con il Milan (0-1).

L’allenatore D’Aversa manda in campo la sua squadra col 4-4-2 con Audero in porta, pacchetto difensivo composto da Bereszynski e Augello sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Yoshida e Colley. A centrocampo Ekdal e Thorsby in cabina di regia con Candreva e Damsgaard sulle fasce laterali mentre in attacco tandem offensivo composto da Caputo e Quagliarella.

Nel Napoli ancora fuori Ghoulam, Demme, Mertens e Lobotka, mentre nella Sampdoria Gabbiadini, Verre, Vieira.

LA CRONACA DEL PRIMO TEMPO

Al 3’ prima occasione Sampdoria. Caputo,l’attaccante della Sampdoria si invola verso la porta e viene fermato bene da Ospina, ma era in fuorigioco. 

Al 7’ Grande occasione per Osimhen: Insigne fa involare Osimhen che a grandi falcate  da solo si trova a tu per tu con Audero che gli para il tiro. E’ evidente che al giocatore mancano ancora dei fondamentali, come il tiro sotto o a giro. 

Al 10′ Pallone recuperato in fase difensiva dall’attaccante Osimhen che serve Insigne.il quale la rimette sul secondo palo e Osimhen la deve solo spingere in rete. SAMPDORIA 0 NAPOLI 1 

Al 18′ Bomba di Adrien Silva, Il centrocampista prova la conclusione di potenza, Ospina salva tutto 

Al 19’ Direttamente da calcio d'angolo arriva un altro sussulto Samp: Yoshida di testa senza saltare testa i riflessi del portiere colombiano, col pallone che gli rimbalza davanti, devia la palla. 

Al 21′ L’attaccante Caputo prova la girata in rete, Ospina decisivo nella parata

Al 21’ Subito dopo ancora Osimhen in gol, ma è fuorigioco! Confermato anche dal Var, era stato bravo il numero 9 azzurro a scavalcare di nuovo Audero.

Al 22' Non c'è attimo di sosta: Candreva da posizione defilata spara forte ma centrale, si oppone Ospina, sulla respinta commette fallo Caputo con una spinta su Rrahmani.

Al 31’ Si accentra bene sul mancino Lozano, la sua conclusione viene rimpallata in corner da un difensore azzurro.

Al 35’  Tiro di Candreva alto! Bello il cross di Damsgaard per Caputo, la difesa respinge, il pallone carambola sui piedi di Candreva che di controbalzo calcia troppo alto.

Al 38' Assolo di Insigne che prova il tiro a giro dalla lunga distanza, il pallone rimbalza davanti ad Audero che lo allunga verso l'esterno del campo. 

Al 39′ Gol di Ruiz. Azione corale del Napoli, Insigne serve Fabian Ruiz che la mette nell’angolino basso dove Audero non riesce ad arrivare. SAMPDORIA 0 NAPOLI 2

Reazione dei blucerchiati, per la verità poco incisiva, ma anche perché la difesa napoletana e Ospina fanno buona guardi. Non succede più niente fino alla fine del tempo. Il Napoli è in vantaggio per 2-0 sulla Sampdoria.

CRONACA DEL SECONDO TEMPO

La Samp parte forte, desiderosa di recuperare lo svantaggio di due reti. Ma il Napoli regge bene. Viene sostituito Rrahmani per una pallonata in pieno viso con giramenti di testa, ed entra Manolas. 

Al 5’ Nemmeno il tempo di rifiatare che il Napoli va di nuovo in rete. E’ sempre Osimhen che ricevuto un assist di Lozano a centro area tira con immediatezza e segna il povero Audero. SAMPDORIA 0 NAPOLI 3. 

Al 10’ escono Silva e Quagliarella ed entrano Ekdal e Torregrossa 

Al 14’ Dopo un tiro di Zielinsky e Insigne non andati a buon fine, ecco un’azione dell’ottimo Anguissa che lancia Lozano, che a sua volta fa arrivare il pallone a Zielinski che batte Audero. SAMPDORIA 0 NAPOLI

Al 18’ Candreva punta Mario Rui, rientra sul mancino e tenta il tiro a giro, pallone alto di poco. D'Aversa cerca di spegnere qualche scintilla che si è accesa fra i suoi, un po' scossi per il risultato sfavorevole.

Al 20' Il Napoli potrebbe fare il quinto gol. Osimhen lanciato ancora da Insigne, sfugge via a Yoshida ed a tu per tu con Audero da posizione defilata apre troppo il piatto e spedisce a lato.

Al 23' Esce Insigne e Zielinski, dentro Politano ed Elmas

Al 26' Fuori Bereszynski e Thorsby, dentro Depaoli e Askildsen.

Al 29' Segna Candreva, ma è fuorigioco! Si resta sullo 0-4. La posizione di partenza di Caputo era oltre la linea dei difensori azzurri.

Al 30' Ancora Candreva dai venticinque metri, blocca tutto Ospina senza troppi problemi. La Samp ora con l'orgoglio cerca almeno il gol della bandiera.

Al 33' Calcio di punizione interessante per la Samp, a causa del fallo commesso da Manolas su Caputo. La posizione è centrale, dai venticinque metri. Spara Candreva, forte sulla barriera.

Al 36' Doppio cambio per il Napoli: fuori Osimhen e Lozano, e dentro Petagna e Ounas.

Al 38' Taglio perfetto di Mario Rui, Fabian Ruiz lo serve splendidamente ma è bravo Audero ad uscire in tuffo ed evitare la conclusione in porta del terzino sinistro.

Fino alla fine dell’incontro non succede niente di nuovo, solo un’ammonizione per Manolas.

Che dire di questa ennesima vittoria? Il Napoli ha dominato in lungo e in largo la Sampdoria e si riprende il primo posto momentaneamente perso per la vittoria dell’Inter ieri. Con questa vittoria sonante il Napoli si riprende la vetta, vincendo con la forza delle grandi squadre su un campo difficile. Quello che meraviglia è la forza e la sicurezza con cui ha vinto le due trasferte di Udine e Genova.

Quello che meraviglia è anche la condizione fisica. Il Napoli corre fino alla fine. Numerose occasioni da gol. Alcune sprecate da Osimhen che poteva segnarne 4 invece di due. Ma il giocatore nigeriano ha grandi margini di miglioramenti. Adesso il Cagliari di Mazzarri. Un ritorno a Napoli di un allenatore che ha lasciato il segno.

LE FORMAZIONI

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski (70′ Bereszynski), Colley, Yoshida, Augello; Candreva, Thorsby (70′ Askildsen), Silva (54′ Ekdal), Damsgaard; Caputo, Quagliarella (54′ Torregrossa).  

A DISPOSIZIONE: Ravaglia, Falcone, Chabot, Ciervo, Dragusin, Ferrari, Murru, Trimboli.  

ALLENATORE: D’Aversa. 

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani (47′ Manolas), Koulibaly, Mario Rui; Fabiàn, Anguissa; Lozano (80′ Ounas), Zielinski (67′ Elmas), Insigne (67′ Politano); Osimhen (80′ Petagna).  

A DISPOSIZIONE: Meret, Marfella, Jesus, Malcuit, Zanoli.  

ALLENATORE: Spalletti. 

ARBITRO: Valeri di Roma 

ASSISTENTI: Galletto e Rossi di Rovigo.  

QUARTO UFFICIALE: Volpi di Arezzo.  

VAR: Di Paolo di Avezzano.  

AVAR: De Meo di Foggia.

AMMONITI: Damsgaard, Colley, Depaoli. 

MARCATORI: 10′ 49′ Osimhen, 39′ Ruiz, 59′ Zielinski.

CLASSIFICA SERIE A PARZIALE
  1. Napoli 15
     
  2. Inter 13
     
  3. Milan 13
     
  4. Roma 12
     
  5.  
  6.  
  7.  
  8.  
  9.  
  10.  
  11.  
  12.  
  13.  
  14.  
  15.  
  16.  
  17.  
  18.  
  19.